Paolo Levi

 

Romantic sensitivity, fantasy, but also a perfect technical control lie at the base of these pleasant works, both sculp- tures and paintings, by this artist between classic and modern. All his compositions are the result of a research nurtured with passion, with balance between internal challenges and external stimuli. Giorgio Conta’s men and women appear, with their earthly sacredness, as if they were under a powerful and strange spell, which forces them – as they are sculpted in their fantastical and melodic world – to dream of a microcosm that makes them part of a sort of modern nativity scene. From this hollow, his characters seem like angels, with smooth and arch-shaped lines, while with their musical instruments they raise silent thoughts and questions that get lost in the air.

 

Paolo Levi, 2004

 

Sensibilità romantica, fantasia, ma anche un perfetto controllo tecnico sono alla base delle piacevoli opere sia scultoree che pittoriche di questo artista, tra il classico e il moderno. Tutte le composizioni sono frutto di una ricerca coltivata con passione, con equilibrio fra sollecitazioni interiori e stimoli esterni. Le donne e gli uomini di Giorgio Conta sembrano, nella loro sacralità terrena, sotto il potere di uno strano incantesimo, il quale li costringe – scolpiti come sono nel loro mondo fantastico, melodico – a sognare un microcosmo che li faccia partecipi di una sorta di moderno presepe. Da questa nicchia i suoi personaggi paiono angelicati, in linee morbide e arcuate, mentre con i loro strumenti musicali sollevano tacite riflessioni e domande che si perdono nell’aria.

 

Paolo Levi, 2004